Avrei

Se ieri sera ci fosse stato tempo avrei detto che:

1. fa pensare che in quarant'anni sia cambiato così poco.
Per la strage di piazza fontana si è scoperto che il servizio fornito dai Servizio stava più dalla parte degli stragisti che della ricerca della verità.
Per la strage di Bologna ci sono state condanne definitive per i depistaggi.
Dodici anni dopo - a quanto si sta scoprendo - le indagini su via d'Amelio sono state indirizzate da funzionari dello Stato. Quello stesso Stato che, il 19 luglio 1992, stava dalla parte sbagliata.
I servizi deviati non esistono.

2. la memoria si sta perdendo.
Dobbiamo farci i conti tutti quanti. E farlo alla svelta. È tutto quello che resta. E non (solo) per chi è morto o per sete (doverosa) di giustizia. Ma perché un posto che miri ad essere meglio dell'ameno paesello non può ignorare la strada che l'ha portato fin qui. Anche se spesso puzza.

Se ci fosse stato tempo avrei anche detto che chi non c'era (per paura, ignoranza, cattiva fede) ha comunque torto. E che se, come ha detto l'autista che quel giorno d'estate guidava il 37 mortuario, occorre soltanto che ognuno faccia quello che è in suo potere, chi il Potere lo aveva davvero in questi anni avrebbe dovuto dimettersi da essere umano.

Tutto qui. Non ho potuto dirlo ieri, e lo dico adesso.

Condividi

2 risposte

Iscriviti ai commenti con RSS o TrackBack a 'Avrei'.
  • LIZ
    04-08-2010 - 10:23:28 Rispondi

    tutto condiviso.
    liz

  • ASERRA
    04-08-2010 - 10:45:43 Rispondi

    Peccato che da 40anni si debba solo rimestare amarezza e fare i conti con la "scomparsa dei fatti". Con tutto il rumore di fondo, oggi nemmeno più creato ad arte ma fisiologico, come cogliere i nessi causa ed effetto? E chi si tabaccherà, come te, 20.000 pagine di carte di inchiesta per il solo puntiglio di voler capire? Conclusione: mancano mediatori attendibili di verità perché la lotta di fazione sommerge tutto nel caos. Qualcuno sa come se ne esce????

Lascia una risposta


quattro × 5 =