Un’idea, un concetto, un’idea

Di passaggio fra un giro e un altro – del primo vorrei scrivere qualcosa – mi fermo a rileggere i commenti. Quello di Sandro e quello di Lilli mi sembrano due facce della stessa medaglia, un cubo di Rubik a cui mi capita spesso di pensare.
Sarà che l'estate è calda, il bollino nero, la tempesta monsonica, la spiaggia bollente o affollata a seconda dell'angolo, l'auto cabriolet o coupé e che mi sono un po' rotto di sentirlo dire.Ieri l'altro su Il fatto il sindaco di Bari Emiliano partiva dalla legge elettorale (e non solo) in vigore per i comuni, per estendere il discorso a un nuovo modello con cui tentare di rimettere in navigazione la barca su cui siamo costretti a navigare.
Non entro nel merito se non per dire che condivido tutto quello che c'è scritto. Ieri su l'Unità lo stesso Emiliano rilancia e tocca quello che mi sembra il punto.

A chissà quanto dalle elezioni comunali a Bologna il PD locale comincia il meraviglioso gioco delle primarie e dei candidati.

Non ho votato alle ultime primarie per le comunali, mi interessa poco partecipare a un plebiscito. L'ho fatto due volte, una per Prodi e una per Veltroni e – soprattutto la seconda – ne ho capito poco l'utilità. Sarà un mio limite, ma capisco poco anche molte altre cose. Per esempio, perché un non iscritto a un partito debba deciderne il candidato. Se devono essere le primarie del PD, sono gli iscritti al PD che decidono. Se si deve decidere il candidato di una coalizione, sono gli iscritti ai partiti della coalizione che decidono. Gli altri stanno a guardare.
Detto questo il discorso sui nomi mi sembra un'etichetta con cui si cerca di nascondere quello che non si deve vedere. Una berlusconata, alla fine.

Emiliano, invece, tocca il centro della questione.

Facciamo le cose a rovescio. Vale per l'Italia, vale per il posto in cui vivo.
Bologna non ha un'idea di città da molto tempo. Da lì bisognerebbe partire, da come vorremmo che fosse questa città fra 5 o 10 o 20 anni. Da cosa vorremmo costruire, come, per quale motivo.
Lo stesso discorso si può estendere fuori dalla regione.
E cosa faremmo se fossimo al posto di SB mi sembra il modo migliore per cominciare.
O per eliminare la sensazione che si taccia perché un'idea, un concetto o anche solo una bozza, non ce l'abbiamo.

Condividi

nessuna risposta

Iscriviti ai commenti con RSS o TrackBack a 'Un’idea, un concetto, un’idea'.

Lascia una risposta


8 − tre =