Segnalazioni e speranze

In una giornata di soddisfazione elettorale e di speranza, un po' di roba pescata in giro.

Comincio con chi parla di "Non voglio il silenzio".
E quindi liberidiscrivere, il paradiso degli orchi (recensione e intervista) e Cooperazione (grazie Bet!).

Detto questo, veniamo alle cose serie.
Ieri non è stato un giorno come tutti gli altri, non è stata la fine e forse non è stato nemmeno l'inizio della fine.
Diciamo che è arrivato un avviso di sfratto. Ora possono capitare un sacco di cose.
Ci si può mettere d'accordo e rinnovare l'affitto, magari alzando e di molto il canone. Si può passare allo sfratto esecutivo, con tanto di ufficiale giudiziario. Si può anche decidere che per il momento va bene così e non procedere oltre.
Per quanto mi riguarda mi sono parecchio stancato dell'inquilino e mi auguro di poter aprire le finestre e dare aria al locale.
Comunque sia, non capiterà in un giorno, in due settimane e nemmeno in un turno di ballottaggio. E non capiterà se ci si accontenta di giornate come quella di ieri.

Nel frattempo, qualcosa che vale la pena leggere.
Aldo Giannuli, sul suo blog, prima delle elezioni. Un motivo in più per sperare nel ballottaggio di Milano.
Marco Bracconi, dopo le elezioni. Sulla sinistra, la lezione Pisapia e anche altro.
Sempre Bracconi, questa volta sui grillini, i loro voti e il rapporto con la politica. Assolutamente da non perdere i commenti, per il tono e il contenuto.
E l'ennesima puntata dell'indecente campagna di Striscia la notizia contro Lorella Zanardo. Loredana Lipperini, qui.

Stiamo su di morale, ma non esageriamo. Mi raccomando.

Condividi

nessuna risposta

Iscriviti ai commenti con RSS o TrackBack a 'Segnalazioni e speranze'.

Lascia una risposta


+ 3 = dieci