Berlusconi, Fassino e il riposino quotidiano

La notizia è fresca. Berlusconi rinviato a giudizio per la telefonata Fassino-Consorte.
Lui dice che non ha mai sentito quel nastro e per un motivo facile.
Non se lo ricorda. Se lo avesse sentito, non lo avrebbe dimenticato.
Narrano le cronache che la sera in cui gli portano il nastro ad Arcore, Silvio si appisola in poltrona.
Se c'ero dormivo?

Condividi

nessuna risposta

Iscriviti ai commenti con RSS o TrackBack a 'Berlusconi, Fassino e il riposino quotidiano'.

Lascia una risposta


9 × tre =