Le quirinarie, il presidente, il concorso e la politica

4 su 10.
Il resto non serve.
Ho una mia idea su chi vincerà da loro, ma me la tengo.
Tre domande mi nascono spontanee, però.

1. Dario Fo ha già rifiutato almeno due volte. Che c'entra con i 10?

2. Siamo così sicuri che tutti quei 10 vogliano farsi rappresentare dal M5S?

3. Se uno di quelli, per esempio la Bonino, fosse votato anche dal PDL e magari al primo turno, lo votereste lo stesso?
O se, per esempio con Prodi o Rodotà, il PD e Monti fossero d'accordo fin da subito, li votereste o rimarreste ancorati al risultato online?

In pratica, passiamo dal concorso alla politica?

Condividi

nessuna risposta

Iscriviti ai commenti con RSS o TrackBack a 'Le quirinarie, il presidente, il concorso e la politica'.

Lascia una risposta


5 − = zero