Amministrative a Trento e Bolzano: cosa dicono i numeri

Le amministrative di Trento e Bolzano potrebbero essere un micro test per quello più grosso delle regionali che arrivano fra quindici giorni.
Lo sono di sicuro, nel caso l'ennesimo, per la differenza fra rappresentazione del reale e realtà, uno degli argomenti che mi interessano di più.

In questo aiutano i numeri oltre che i risultati.
A Trento il PD vince, a Bolzano va al ballottaggio. L'affluenza cala di circa l'8%. A Bolzano è al 55%.

A Trento il PD prende il 29,6%.
Alle comunali precedenti aveva il 29.8%, alle politiche 2013 il 29.1%, alle europee renziane il 49.1%. In pratica, all'apparenza, tiene i suoi voti storici, quelli che ha sempre avuto anche prima dell'arrivo di Renzi, sempre a voler considerar il 49.1% delle europee un episodio (fortunato? unico? ripetibile?).
È ovvio, invece, che considerando quel 49% nel conto, la questione cambia un bel po'.

I numeri, però, dicevo. E i numeri sono i voti veri. Che fine fanno?
Erano 14.400 alle precedenti comunali, 19.700 alle politiche del 2013, 24.700 alle europee, sono ora 13.664. Il peggior risultato storico fra tutte le elezioni, circa 1.000 voti in meno del 2010, 6.000 in meno delle politiche, 11.000 rispetto al trionfo delle europee.

A Bolzano il PD prende il 16.9%.
Alle comunali precedenti era il 17.2%, alle politiche 2013 il 21.6%, alle europee renziane il 35,7%.
I numeri, ora. 7.900 voti alle comunali, politiche 2013 12.700, 15.600 europee, 6.500 oggi.
Il discorso è lo stesso che per Trento, peggior risultato storico, la metà dei voti delle politiche se ne sono andati, oltre 9.000 rispetto alle europee e, comunque, 1.000 in meno del 2010.

Certo Forza Italia svanisce, Salvini la asfalta, ma con una differenza sostanziale.
A Trento, oggi, ne ha 6.000. Ne aveva 3.700 nel 2010, 3.500 alle politiche e alle europee. A Bolzano la situazione è analoga. 4.200 oggi, 1.000 alle politiche, 2.500 alle amministrative, 2.300 alle europee.

I voti di Salvini crescono. Comunque li si guardi.
Quelli del PD calano, comunque li si guardi.
Certo, il PD vince, spesso come un cavallo che corre contro un cane, senza possibilità di sconfitta.
Ma è l'unica cosa che conta? Era questo scenario che aveva in mente chi diceva che con Renzi si vince, diventare l'unico contendente?

Condividi

nessuna risposta

Iscriviti ai commenti con RSS o TrackBack a 'Amministrative a Trento e Bolzano: cosa dicono i numeri'.

Lascia una risposta


nove + = 12